Gela, scippatore seriale arrestato in flagranza di reato da un poliziotto libero dal servizio - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Gela, scippatore seriale arrestato in flagranza di reato da un poliziotto libero dal servizio

Condividi questo articolo.

Nel pomeriggio di ieri un poliziotto del Commissariato di Gela, libero dal servizio, è intervenuto in corso Salvatore Aldisio inseguendo e immobilizzando un giovane resosi responsabile, pochissimi istanti prima, di uno scippo perpetrato ai danni di un’anziana donna settantenne. In particolare, il poliziotto, mentre transitava, a bordo della propria autovettura, in corso Aldisio, sentiva urlare una donna, scorgendo un giovane che si dava a precipitosa fuga con una borsa in mano. Resosi conto che si trattava di uno scippo, l’agente si è lanciato all’inseguimento del fuggitivo per le vie cittadine, riuscendo a raggiungerlo, a bloccarlo e a recuperare la refurtiva. Lo scippatore, identificato per Pizzardi Grazio, gelese di 25 anni, dopo l’arresto è stato condotto presso il Commissariato. L’uomo lo scorso 6 gennaio, si era reso responsabile di analogo episodio, verificatosi nei pressi del cimitero monumentale, ai danni di un’altra anziana donna sessantenne; fatto per il quale, a seguito di attività investigativa, è stato individuato dai poliziotti del Commissariato che lo hanno denunciato in stato di libertà. L’arrestato, dopo le formalità di rito, su disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Gela è stato condotto presso il carcere di Gela.

 

(Foto ilgazzettino.it)

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy