Case da sgomberare in via Puccini, c'è la prima metà del finanziamento - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Case da sgomberare in via Puccini, c’è la prima metà del finanziamento

Condividi questo articolo.

Dalla Regione arriva il provvedimento che stanzia 1,8 milioni dei 3,6 previsti

 

E’ (finalmente) arrivato a Caltanissetta il provvedimento amministrativo che – tramite la Cassa Depositi e Prestiti che gestisce i fondi ex Gescal – destina all’Istituto autonomo per le case popolari la somma di un milione 814 mila euro da utilizzare per risolvere la problematica delle cinque palazzine di via Puccini a rischio crollo: si tratta di metà dei 3.600.000 euro che il Governo regionale ha messo a disposizione dell’Iacp nisseno per trovare una sistemazione alle 64 famiglie che hanno ricevuto l’ordinanza di sgombero e che devono abbandonare l’alloggio sinora occupato nel quartiere Santa Petronilla. Un provvedimento amministrativo (inviato dall’assessorato regionale delle Infrastrutture) che tranquillizza gli assegnatari coinvolti nella vicenda, i quali adesso hanno la certezza che – presto – potranno ottenere un altro alloggio in sostituzione di quello ottenuto 30 anni fa e da mesi dichiarato pericolante.

«Adesso lo possiamo ben dire – sottolineano negli uffici di via Luigi Rizzo il direttore Vincenzo Zafarana e il responsabile dell’area tecnica Antonio Mameli – che siamo in presenza di un fatto straordinario, perché ottenere questi soldi, averli già nella nostra cassa, significa avere la certezza di essere in grado di risolvere l’intera questione delle famiglie di via Puccini. E’ un evento quasi unico che va ascritto al merito di quanti hanno seguito la questione sin dall’inizio. Diciamolo francamente: quando è “scoppiata”’ questa grana c’era infatti la possibilità che le famiglie potevano essere costrette a lasciare l’alloggio senza avere la possibilità di ottenerne un altro, come del resto è avvenuto in altre circostanze simili. Per questo adesso siamo soddisfatti del lavoro compiuto. La somma rimanente assegnata dal Governo regionale potrà essere erogata nel mese di febbraio, cioè dopo che avremo rendicontato le spese che l’istituto sta sostenendo».

«Con i soldi che ci sono stati accreditati – hanno aggiunto i due dirigenti – nei prossimi giorni possiamo andare a fare l’atto di acquisto di trenta alloggi e destinarli così, prima possibile, alle famiglie interessate. Ogni alloggio verrà pagato ai proprietari che hanno partecipato al bando di compravendita effettuato dall’Iacp, sino ad un massimo di 56.378,70 euro. Già cinque di questi atti sono pronti, e riguardano due alloggi ubicati in centro storico e a Santa Barbara, e tre in via Luigi Rizzo che verranno assegnati ad altrettante famiglie che avevano riscattato l’alloggio da sgomberare».

Al momento in cui è emersa la necessità di liberare le palazzine di via Puccini la situazione dei 64 alloggi era la seguente: 27 erano stati riscattati dagli assegnatari che ne erano diventati i proprietari, e 35 erano in affitto; infine un alloggio era occupato abusivamente e l’altro era vuoto. Per quanto riguarda la sistemazione delle famiglie locatarie, già nove di queste hanno accettato di trasferirsi in alloggi di proprietà dello stesso Iacp.

 

(Articolo di Giuseppe Scibetta http://www.lasicilia.it/news/caltanissetta/128050/case-da-sgomberare-in-via-puccini-c-e-la-prima-meta-del-finanziamento.html)

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

Stampa Stampa
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy