Carabinieri forestali di Palermo denunciano sette cacciatori sorpresi a cacciare in zone protette tra Gela e Mazzarino – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Carabinieri forestali di Palermo denunciano sette cacciatori sorpresi a cacciare in zone protette tra Gela e Mazzarino

Condividi questo articolo.

I Carabinieri Forestali del Centro Anticrimine Natura di Palermo, unitamente dalla locale Stazione Carabinieri di Mazzarino e coadiuvati dalle Guardie Zoofile del WWF, durante un ordinario servizio di controllo sul regolare esercizio dell’attività’ venatoria e di contrasto del fenomeno del bracconaggio hanno sorpreso sette soggetti intenti a cacciare all’interno del sito NATURA 2000.

L’area, di notevole interesse naturalistico in quanto comprende una serie di ambienti molto eterogenei tra loro, è stata inserita tra quelle destinate alla conservazione di tutte le specie di uccelli viventi naturalmente allo stato selvatico.

All’interno di queste aree, la tutela dell’avifauna avviene non soltanto attraverso la protezione delle popolazioni presenti, ma anche dei loro habitat naturali.

Pertanto la pratica venatoria risulta estremamente regolamentata sia per i periodi, sia per le specie cacciabili e, soprattutto, per la limitata pressione venatoria consentita. Annualmente infatti la Regione Siciliana individua, tra i soggetti in possesso dei requisiti e che abbiano fatto domanda entro i termini, alcune decine di cacciatori autorizzati a praticare la caccia all’interno dell’area.

I soggetti identificati dai militari, alcuni dei quali provenienti da altre Province siciliane, sono risultati tutti sprovvisti dei titoli autorizzativi. Inoltre la caccia all’interno dell’area si sarebbe dovuta praticare entro il 31 dicembre, pertanto, anche laddove fossero stati autorizzati, non avrebbero potuto esercitare la pratica venatoria.

In alcuni casi i soggetti identificati non avevano annotato la giornata di caccia sull’apposito tesserino e, in un caso, è stato accertato l’utilizzo di strumenti non consentiti, nella fattispecie un richiamo acustico elettromagnetico condotta quest’ultima costituente violazione penale.

Nel corso delle attività sono stati posti sotto sequestro sette fucili unitamente al relativo munizionamento nonché il dispositivo elettronico di richiamo vietato. Tutti i soggetti sono stati identificati e deferiti in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria.

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy