Caltanissetta, scuole superiori al buio e al gelo – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Caltanissetta, scuole superiori al buio e al gelo

Se ti è piaciuto questo articolo, valutalo.

Condividi questo articolo.

Gli studenti delle scuole superiori del Nisseno lunedì rischiano di non poter tornare a scuola perché i loro edifici sono privi di luce, gas e linea telefonica. A disdire i contratti di quelle utenze, per mancanza di fondi,  è stato il Libero Consorzio di Caltanissetta proprietario degli edifici scolastici.

L’INCONTRO CON I DIRIGENTI. Ieri mattina, dopo che le prime scuole hanno ricevuto il preavviso di distacco delle forniture  dalle società che hanno ricevuto la disdetta del contratto, nei locali del Libero Consorzio si è tenuto un incontro con i dirigenti scolastici, l’Ust e il Libero Consorzio. C’era pure l’on. Giusi Bartolozzi. Rigettata la proposta che  siano i dirigenti a stipulare il contratto in attesa che arrivino aiuti da Palermo o Roma.

ON. BARTOLOZZI: «DEVE INTERVENIRE IL GOVERNO NAZIONALE». «Questo caso è scoppiato per il prelievo forzoso del governo che fa finta che le province non esistono più sapendo che non è  vero e quindi ha tolto le risorse. Ho presentato un emendamento alla Finanziaria proprio per evitare questo caso. É stato bocciato nell’indifferenza totale dei parlamentari siciliani e nisseni di Lega e Cinquestelle. Ma su questa vicenda che riguarda il diritto allo studio dei ragazzi  delle scuole nissene non voglio fare una questione politica. I parlamentari del territorio agiscano. Questo caso increscioso lo può risolvere solo il governo nazionale».

L’INTERROGAZIONE. L’on. Bartolozzi ha presentato un’interrogazione al Ministro degli Interni, al Ministro dell’Economia ed al Ministro della Istruzione, Università e Ricerca. Ecco il testo.

Premesso che le Province siciliane sono sottoposte al prelievo forzoso annuo, da parte delloStato, che ha superato i 270 milioni di euro; considerato che  in data 22 dicembre 2018 è stato sottoscritto un accordo tra Stato e Regione Siciliana sulla Finanza Pubblica, fermo restando che la competenza in materia di finanza locale, nella regione siciliana, è ancora di pertinenza statale sicché è agli organi governativi che spetta la copertura delle spese correnti delle ex province (oggi aree metropolitane e liberi consorzi); in Sicilia la ex Provincia di Siracusa ha già dichiarato il dissesto e che almeno altre 4 (Catania, Enna, Messina, Trapani)  ex Province si apprestano a dichiararlo nel corso del 2019; rilevato che nella seconda decade di dicembre 2018 è stata comunicata a n. 20 Dirigenti di Istituti scolastici di secondo grado, da parte del Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta, la disdetta delle utenze (luce, gas e telefono) evidenziandosi che “ le eventuali forniture eseguite dopo la data del 31/12/2018 non potranno in alcun modo essere addebitate a questo Libero Consorzio”; le disdette in questione sono state motivate nei termini letterali che seguono: “tenuto conto dell’impossibilità tecnico-contabile di assumere impegni di spesa a decorrere dal 01/01/2019, a causa di una gravissima situazione finanziaria dell’ente, determinata unicamente dal prelievo forzoso operato dallo Stato a decorrere dal 2015, che ha interamente eroso gli avanzi di amministrazione disponibili”; Tempestivamente i Dirigenti scolastici hanno intimato, tramite diffide, il libero consorzio di Caltanissetta alla revoca dei provvedimenti di dismissione delle forniture; Ritenuta peraltro la tardività delle comunicazioni inoltrate dal libero consorzio ai dirigenti scolastici trattandosi di spesa corrente e dunque spesa preventivabile e considerato che l’interruzione dei servizi in parola determinerà di fatto la paralisi delle attività degli Istituti Scolastici nonché l’interruzione di un servizio pubblico a decorrere dal 7 gennaio 2019.
1. Quali misure di sostegno ai liberi consorzi siciliani, finalizzate a scongiurare ipotesi di dissesto finanziario, intendano adottare con immediatezza;
2. Se intendano anticipare nell’anno 2019 le misure previste nell’accordo del 22 dicembre 2018 a favore degli enti di Area di Vasta della Regione Siciliana.

ISPEZIONE AL LIBERO CONSORZIO. L’on. Bartolozzi ha richiesto all’assessore regionale alle Autonomie locali di disporre un’ispezione presso il Libero Consorzio di Caltanissetta per sapere come sono stati spesi durante l’anno i fondi a disposizione.

 

(https://www.lasicilia.it/news/caltanissetta/213054/caltanissetta-scuole-superiori-al-buio-e-al-gelo.html – articolo di Maria Concetta Goldini)

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy