Caltanissetta. Oggi alle 18 incontro su “I sensi dell’arte” a palazzo Moncada – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Caltanissetta. Oggi alle 18 incontro su “I sensi dell’arte” a palazzo Moncada

Condividi questo articolo.

Si terrà Giovedì 14 Giugno 2018 alle ore 18 nella sala degli oratori della Galleria civica d’arte di Palazzo Moncada a Caltanissetta, il secondo della serie di incontri di sensibilizzazione e conoscenza dell’arte, dal titolo “I sensi dell’arte”, promossi dall’assessorato creatività e partecipazione del Comune di Caltanissetta, nell’ambito anche delle deleghe alla cultura ed ai beni museali, culturali e ambientali. Per questo secondo incontro, sarà presentato il manuale di arte e immagine Artemondo edito dalla Zanichelli e a cura dell’architetto Emanuela Pulvirenti.

ll programma dell’incontro prevede i saluti del sindaco di Caltanissetta Giovanni Ruvolo, e di Pasquale Carlo Tornatore, assessore creatività e cultura del Comune di Caltanissetta, ai quali seguiranno gli interventi di Laura Russo, editor della redazione umanistica della Zanichelli editore, Silvia Di Martino, autrice delle attività artistiche e creative del libro, Emanuela Pulvirenti, autrice del libro, blogger di Didatticarte e docente di disegno e storia dell’arte. Coordinerà l’incontro Aurelia Speziale, docente del Liceo “Ruggero Settimo” di Caltanissetta.

L’obiettivo di questi incontri, così come scrive l’autrice del manuale Emanuela Pulvirenti, è quello di diffondere la conoscenza e lo studio della storia dell’arte, che permette così di avere le chiavi di lettura per decodificare gli oggetti artistici, conoscere il nostro patrimonio e quindi sviluppare un senso di appartenenza e di identità che porta poi all’esigenza collettiva di tutelare e valorizzare i beni culturali.

C’è una credenza diffusa secondo la quale l’opera d’arte vada apprezzata solo attraverso le emozioni che provoca nell’osservatore. Secondo questa teoria la conoscenza della storia dell’arte rovinerebbe l’approccio con l’opera rendendolo artificioso e cerebrale. Niente di più sbagliato. Quello dell’arte è un linguaggio e come tale va conosciuto nei suoi meccanismi espressivi per poter comprendere il testo artistico. Altrimenti è come pretendere di emozionarsi leggendo un sonetto di Shakespeare in lingua originale senza conoscere l’inglese. C’è di più: in tanti periodi artistici l’opera, per la sua specifica concezione, non suscita alcun tipo di emozione istintiva. E non si sta parlando dei tagli di Fontana ma, ad esempio, di un altare longobardo o di una scultura cicladica.

Studiare la storia dell’arte permette, invece, di avere le chiavi di lettura per decodificare gli oggetti artistici, conoscere il nostro patrimonio e quindi sviluppare un senso di appartenenza e di identità che porta poi all’esigenza collettiva di tutelare e valorizzare i beni culturali.
Ma il primo passo di questo percorso resta sempre la conoscenza. Una conoscenza tanto più interiorizzata quanto più avviene in giovane età, all’interno dei percorsi scolastici.

Per fare questo serve una didattica speciale, adatta ad entrare nei meccanismi dell’arte in modo semplice e chiaro. In modo coinvolgente. Tutto questo si può fare anche con un libro scritto apposta con questo obiettivo: raccontare l’arte rendendo lo studente attivo nell’apprendimento e protagonista delle scoperte e dei ragionamenti attorno all’opera d’arte.

Emanuela Pulvirenti è architetto e dottore di ricerca in Fisica Tecnica Ambientale. Oltre a occuparsi di illuminotecnica per i beni culturali, dal 2006 insegna Disegno e Storia dell’Arte nelle scuole superiori. Nel 2011 ha ideato il sito Didatticarte in cui raccoglie materiali didattici, esperienze scolastiche e percorsi legati all’arte e alla rappresentazione. Dal 2014 collabora con la casa editrice Zanichelli con la quale ha pubblicato nel 2018 il testo di arte e immagine per le scuole medie “Artemondo”.

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.