Caltanissetta. “iPhone acquistati con documenti falsi”, ma ci sono difetti nella querela. Cade l’accusa di truffa – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Caltanissetta. “iPhone acquistati con documenti falsi”, ma ci sono difetti nella querela. Cade l’accusa di truffa

Condividi questo articolo.

Non doversi procedere per un difetto nella relazione della querela. Si è chiuso con questa sentenza il processo d’appello per truffa che vedeva imputati Anthony Scimonelli, 25 anni, nisseno e Marcela Cirincione, 29 anni, nata in Romania. Vicenda che riguardava un acquisto “taroccato”, realizzato con documenti falsi per ottenere il finanziamento e che era costata la condanna in primo grado a 7 mesi per la donna a 2 mesi per il giovane.

I due, nel febbraio 2014, si presentarono nel negozio Euronics di via Due Fontane, per acquistare due cellulari iPhone – del valore di oltre 700 euro ciascuno – con un pagamento a rate tramite il finanziamento. Per ottenere il suddetto finanziamento, Scimonelli aveva presentato la busta paga rilasciata da un’agenzia di sorveglianza, fingendo di essere un dipendente della società, senza che però ci fosse nulla di vero, almeno secondo la Procura nissena. Un mese prima del fatto, Marcela Cirincione aveva acquistato un altro telefono con lo stesso sistema, ma la truffa venne scoperta e la donna infatti rispondeva di due episodi di tentata truffa.

La procura generale nissena aveva chiesto la conferma delle condanne di primo grado, ma gli avvocati difensori Maria Francesca Assennato (legale di Scimonelli) e Giacomo Butera (che assiste Cirincione) hanno sostenuto che vi fossero dei dati mancanti nelle querele e quindi si trattava di atti non validi. Trattandosi di reati procedibili solo dietro a querela veniva quindi a mancare, secondo la difesa, la condizione per procedere.

 

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy