- CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti - https://www.caltanissettalive.it -

Caltanissetta. Il fumo del barbecue disturba i vicini, dopo le proteste scatta la rissa: 5 denunciati

Condividi questo articolo.
[1] [2]

Nei confronti di tre di essi, padre e due figli, gli agenti hanno proceduto al ritiro cautelativo di diverse armi legalmente detenute

I poliziotti della sezione volante hanno denunciato cinque persone, quattro alla Procura della Repubblica ordinaria e un minore alla Procura della Repubblica per i minorenni, per il reato di rissa. Due di essi, un maggiorenne e il minorenne, anche per porto di oggetti atti a offendere e quest’ultimo anche per resistenza a pubblico ufficiale. Ieri sera, una pattuglia della Polizia di Stato in servizio di controllo del territorio, di seguito a diverse segnalazioni pervenute alla sala operativa della questura, è intervenuta in via G.B. De Cosmi, dove cinque persone appartenenti a due nuclei familiari distinti litigavano fra loro. Due di essi, il minore e un trentenne della fazione opposta, sono stati trovati dai poliziotti con in mano degli oggetti contundenti, rispettivamente una forbice e un bastone. Dopo che i poliziotti, con non poche difficoltà, hanno riportato alla calma i cinque facinorosi sequestrando la forbice impugnata dal diciassettenne, che si è anche scagliato contro gli agenti, e un bastone impugnato da un trentenne, dal racconto unanime dei presenti, si è proceduto alla ricostruzione dei fatti. Verso le 20.00, all’interno di uno spazio condominiale, due inquilini dello stabile, padre e figlio minorenne, stavano preparando un barbecue. I predetti erano rimproverati da una coinquilina poiché il fumo della brace raggiungeva il suo appartamento. La discussione tra i due nuclei familiari degenerava e marito e due figli della coinquilina venivano alle mani con padre e figlio che avevano acceso il fuoco. Nei confronti del marito e dei due figli della signora gli agenti hanno proceduto al ritiro cautelativo di diverse armi legalmente detenute. I cinque soggetti sono stati condotti in questura e, dopo le formalità di rito, denunciati in stato di libertà.

(Foto internet)