Caltanissetta, due rinviati a giudizio per la rissa con accoltellamento al distributore Eni - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Caltanissetta, due rinviati a giudizio per la rissa con accoltellamento al distributore Eni

Condividi questo articolo.

Due nisseni rinviati a giudizio dal gup Francesco Lauricella, mentre altri tre hanno scelto il rito abbreviato. si dividono i percorsi per i cinque nisseni accusati di avere preso parte al parapiglia nel quale si sfiorò la tragedia il 10 dicembre 2016, nei pressi del distributore Eni di viale della Regione, quando un giovane venne colpito da una coltellata. A processo per tentato omicidio, all’inizio di marzo, andranno Giampaolo Francesco Lombardo e Salvatore Maria Emanuel Falzone, che saranno giudicati dal Tribunale collegiale, mentre lo stesso gup Francesco Lauricella – a metà marzo – vaglierà le posizioni di Damiano Cosimo Lombardo, Andrea Milazzo e Fabrizio Cuda, che hanno scelto il rito abbreviato.

Fu Milazzo a essere colpito per tre volte tra l’ascella e il fianco nel corso del parapiglia, scatenatosi, a quanto sembra, per questioni di donne e secondo l’accusa fu Giampaolo Lombardo a colpire la persona offesa, mentre Cuda sarebbe stato bloccato mentre cercava di soccorrere lo stesso Milazzo. Milazzo e Cuda rispondono solo di rissa. A difendere i cinque gli avvocati Giacomo Vitello, Maria Francesca Assennato, Giuseppe Dacquì, Angela Bertolino, Giovanni Di Giovanni e Daniela Carò.

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy