Avola, il prof pestato dai genitori di un alunno: "Non torno più a scuola" - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Avola, il prof pestato dai genitori di un alunno: “Non torno più a scuola”

Condividi questo articolo.

“Non torno più a scuola. Non ci sono le condizioni”. Lo ha detto Giuseppe Busà, il professore di educazione fisica della media di Avola pestato dai genitori di un alunno che gli hanno rotto una costola. Ma anche la madre del ragazzo, L. S., è intervenuta sulla vicenda: “Mi scuso per il gesto, ma il professore ha tirato un libro a mio figlio. Poteva fargli una nota”. La dirigente scolastica Lina Alaimo si è naturalmente schierata dalla parte del prof: “Noi stiamo con il docente”. A scuola raccontano che il ragazzo non aveva mai dato fastidio prima: “Il consiglio d’istituto – dice ancora la preside – deciderà cosa fare. Noi diamo tutta la nostra solidarietà al collega”.

Secondo quanto è stato ricostruito tutto è nato in classe in pochi secondi: l’alunno ha aperto la finestra e il professore gli ha intimato di chiudere subito “altrimenti ti lancio un libro”. A quel punto il ragazzo avrebbe lanciato la sfida: “Vediamo come lanci il libro?”. E a quel punto il prof lo ha lanciato per davvero anche se pare che il libro non abbia colpito il ragazzo. A quel punto il ragazzino di 12 anni ha chiamato la madre al telefono che si precipita a scuola e anziché protestare con la dirigente scolastica va a ‘caccia’ del professore. Lo affronta e lo schiaffeggia. Il marito, presente, in un primo momento non interviene, ma poi decide di dare manforte alla moglie e finisce che al prof romperanno una costola, oltre che procurargli escoriazioni al volto e al torace. Prognosi 10 giorni.

“Sono – dice Busà – un uomo privo di forze, sono cardiopatico, ho una coronaria chiusa. Ho dato tanto nella mia vita. Non ho nessuna intenzione di ritornare a scuola. Non ci sono più le condizioni. Io il libro l’ho preso e l’ho tirato sul banco. Nella maniera più assoluta, non addosso. Dalla cattedra, al secondo banco. Ho detto a mia moglie – dice il professore – che sia io, sia il ragazzino, siamo vittime di un sistema, intendo sociale, che non va più bene”.

La madre ieri ha accompagnato regolarmente il figlio a scuola: “Io posso – dice  – anche perdonare il professore ma lui deve scusarsi con mio figlio e io mi scuserò con lui”.

(Francesco Midolo – http://www.lasicilia.it/news/siracusa/132674/avola-il-prof-pestato-dai-genitori-di-un-alunno-non-torno-piu-a-scuola.html)

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

Stampa Stampa
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campagna di prevenzione Asp2: screening ginecologico (donna 25-64 anni), mammografico (donna 50-69 anni) e del colon retto (uomo-donna 50-69 anni).

Campagna informativa dell'Asp a pagamento

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy